Se avete figli,

andate subito a guardarli negli occhi.

In questa bellissima intervista a Giovanni Bollea, tra l’altro, si parla anche di Internet.

Fonte: sito feltrinelli.

2 commenti
  1. Roldano De Persio ha detto:

    Ciao Massimo da quello che ho capito in molti blog molti giovani padri confessano le loro preoccupazioni sul futuro dei loro figli.

    Ho discusso con Mauro Lupi alcuni punti della questione e anche qui premetto che non ho figli
    http://admaiora.blogs.com/maurolupi/2007/09/giornalisti-e-p.html#comments

    Comprendo ma rimango ancora perplesso sul fatto che giovani padri tecnologici non abbiano ancora capito (troppo amore ?) come la tecnica millenaria di insegnare la retta via ai loro figli sia ormai minata fin nelle fondamenta e ci sia poco o nulla da fare. Anche qui ribadisco che nelle società del passato gli anziani potevano avere il potere ed in parte la ragione dovuta all’esperienza.

    Ora nell’era degli embrioni chimera e delle battaglie informatiche USA Cina che hanno da insegnare gli adulti visto che l’esperienza si è trasferita nel futuro?

    Io vedo solo padri preoccupati pronti a bloccare tutto quello che non capiscono e che temono e che colpevolemente non sono impegnati a capire come funzionano i mondi frequentati dagli adolescenti.

    Quelli che nel passato erano solo passatempi come giocare a pallone ora sono diventati l’alfabeto minimo. La console Sony o Xbox non è come a prima vista potrebbe sembrare solo un gioco è l’addestramento per il lavoro futuro. Il fatto che non ci riconosciamo in quello che ai nostri figli viene insegnato o presentato non significa che è automaticamente sbagliato e solo che no lo conosciamo punto.

    Discorso troppo lungo e complesso per un semplice commento.

    saluti

  2. max ha detto:

    ciao e grazie per lo stimolo alla riflessione.

    in effetti i temi che poni sono troppo importanti per un semplice commento, ma la mia fresca esperienza di blogger mi ha fatto capire che il cervello rimugina sempre, anche una volta premuto il pulsante del send.

    credo che le indicazioni di bollea, nonostante i suoi 94 anni o forse proprio per questo, riescano ad essere valide anche “al di sopra” del technological devide.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: