Chiacchierata in Accademia.

Ieri ho avuto una bella chiacchierata con una dozzina di allievi dell’Accademia di Comunicazione, la classe di Copywriting/Nuovi linguaggi.

L’incontro previsto, di ben 4 ore (tantissimo per me!) è filato via molto piacevolemente.

La conversazione ha preso spunto dalle domande raccolte in questo sito, che sono state lo spunto per parlare anche di altro.
Quello che mi è piaciuto (e che mi auguro sia piaciuto anche ai ragazzi) è che i temi hanno spaziato molto, pur partendo da cose molto vicine a noi.
Per essere più chiaro, si è parlato molto del mercato del lavoro, vista la comprensibile preoccupazione del futuro inserimento, ma non per questo ci siamo limitati a valutare… se sia meglio telefonare o scrivere una mail.

Abbiamo parlato di mondo piatto, di nuovi atteggiamenti delle imprese, dell’evoluzione delle agenzie di pubblicità, dei nuovi attori sorti sul mercato in conseguenza ai grandi merger delle agenzie, di centri media e centri produzione… e di cosa può significare tutto questo per chi ha 25 anni e un futuro davanti.

Infine abbiamo visto una cassetta (sì una cassetta VHS, come una volta) con una raccolta di spot di livello dagfli anni 50 ad oggi (Volkswagen, Hamlet, Heineken….).

LETTURE DI CUI SI E’ PARLATO:

– Il blog di Hugh McLeod Gapingvoide della sua bella intuizione delle global microbrands

– Il libro di Thomas Friedman “Il mondo è piatto” (Mondadori)

– Il libro di Ogilvy “La pubblicità” (Mondadori)

COSE CHE HO DIMENTICATO:

– di chiedere loro gli indirizzi dei loro blog per andare a curiosarci e tenerli d’occhio,

– di scambiare due parole direttamente con mario s. che mi aveva contattato prima per mail (mario scusami, me ne sono ricordato in macchina, rifatti vivo!)

– di esortarli a visitare aziende con le orecchie ogni tanto, per tenere d’occhio le imprese con atteggiamenti di marketing più innovativi (ci sono anche editori, so che qualcuno è interessato a quel mercato),

– di ricordare che esiste una neonata organizzazione dei freelance (si è appena tenuto il convegno organizzato da adci) che si ritrova sul sito bolleblu, sicuramente una risorsa utile per tutti, freelance e non,

– di dire che i premi fanno piacere ma non contano niente,

– di avvisarli che tutto quello che ho detto è irrilevante, perché io sono un pazzo al di fuori delle logiche dominanti.

Ringrazio Accademia per la bella occasione di incontro, e i giovani del gruppo per il bello scambio.

Annunci
3 commenti
  1. funkyzone ha detto:

    grazie max. Seguirò con attenzione gli sviluppi del congresso free-lance sul blog bolle blu. Mi interessa molto come contesto. A presto.

  2. misternemo ha detto:

    è stato un vero piacere max! ;)
    seguo da un pò il blog “aziende con le orecchie” ed è davvero molto interessante.
    Grazie ancora

  3. Gianni ha detto:

    Ciao, volevo segnalarti che chiacchierata si scrive con la “i”. Un refuso occasionale capita a tutti. Se questo commento e’ moderato, cancellalo pure. Buon lavoro, Gianni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: