Sui blog aziendali non ci sono commenti sbagliati.

Mi sono trovato a valutare dei commenti non pertinenti su alcuni blog aziendali (post sulle banane, commento sulla cucina valdostana).

All’inizio mi sono seccato “guarda che imbranati, non sanno distinguere dove scrivere”…

Poi però ho cambiato idea. Se un consumatore scrive all’azienda, occorre ascoltarlo. Anche se va off-topic.

Dopotutto, è entrato in casa attraversando una soglia aperta, se quando apre bocca sbaglia discorso, beh, è sempre nostro ospite, no?

Ha ragione TSW quando dice:

Ogni conversazione è un bene prezioso.

4 commenti
  1. Sono perfettamente d’accordo con te! Qualche tempo fa ho scritto sul mio blog un post sugli effetti che i detersivi alla spina potevano avere sulle strategie di marketing e mi sono ritrovata un commento di un’azienda che cercava di spiegare perchè i loro detersivi alla spina andassero usati. Ci ho pensato un po’ su se accettare quel commento o no; alla fine l’ho accettato, saranno i lettori a decidere se possa essere rilevante o fuori tema. Certo, il mio non è un blog aziendale in senso stretto, ma se abbracciamo un’idea di partecipazione e condivisione credo sia giusto farlo ascoltando il contributo di tutti fino infondo, poi ciascuno ne trarrà le sue conclulsioni e prenderà quel che c’è di buono.

  2. baldo ha detto:

    verissimo, ma mi viene da pensare: a sto punto per un’azienda non è meglio un forum? a quel punto le conversazioni sono assolutamente libere… vado a scrivere un post :)

  3. max ha detto:

    @sara
    concordo. parlavo di blog aziendali perché sono stato stimolato a dare un consiglio in un paio di questi.
    i timori che a mio parere può avere un’azienda alle prese com un commento sbagliato (magari critico) riguardano anche possibili sviluppi (ma allora, se lasciamo che ci dicano di queste cose, saremo subissati…)
    in ogni caso, meglio ascoltare, sempre, imho.

    @baldo
    forum, blog, sito… sono profondamente convinto che nella mente delle peresone queste distinzioni spariranno, se non sono già sparite.
    e giustamente, a mio parere.
    vado su internet e mi informo, vedo, discuto ecc… tutto qua :-)

  4. simone ha detto:

    Sono pienamente d’ accordo con te. Un blog aziendale ha senso se si configura come uno spazio aperto, dove ognuno dice la sua, dove non ci sono confini che limitano gli argomenti possibili.
    Uno spazio aperto “sponsorizzato” dall’ azienda…non trovi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: